Azione di sensibilizzazione verso le imprese associate in materia di allergie e intolleranze alimentari

Azione di sensibilizzazione verso le imprese associate in materia di allergie e intolleranze alimentari

I tragici eventi degli scorsi giorni ci impongono di ritornare sull’importanza del rispetto delle prescrizioni concernenti la corretta gestione degli allergeni.
In particolare, è bene ricordare che ai sensi dell’art. 19, comma 8 del Decreto Legislativo n. 231/2017, l’avviso della presenza di allergeni deve essere apposto:
• sul menù
• sul registro (es. book allergeni)
• su un apposito cartello (es. lavagna)
• o altro sistema equivalente, anche digitale (in quest’ultimo caso le informazioni dovranno essere riportate anche su un’apposita documentazione scritta facilmente reperibile dall’autorità di controllo e dal consumatore finale).
In alternativa, l’obbligo informativo si riterrà assolto anche indicando per iscritto sul menù, sul registro o apposito cartello di rivolgersi – per qualsiasi informazione circa la presenza di sostanze o prodotti che provocano allergie o intolleranze – al personale di servizio, purché le necessarie informazioni risultino da documentazione scritta e facilmente reperibile sia per l’autorità competente sia per il consumatore.
La modalità di gestione degli allergeni prescelta deve esser accuratamente descritta nel manuale di autocontrollo.

Post Correlati

Img-Newsletter-110-1000x750-1-800x600
La Generazione Z. I valori di una giovane generazione alla ricerca dell’onestà
start up
Come aprire una start up, la guida per aspiranti imprenditori
musica
Termine di pagamento musica d’ambiente diritti connessi per i Pubblici Esercizi stagionali
bottega)
Il Commercio non va in vacanza: nasce il marchio Bottega Ligure