Bonus 200 euro: facciamo chiarezza

Bonus 200 euro: facciamo chiarezza

Il Decreto Aiuti ha previsto un bonus in favore dei lavoratori dipendenti e di moltissime altre categorie di soggetti – di importo pari a 200 euro. Per i lavoratori dipendenti il Bonus prevede un requisito – di conseguenza non ne avranno diritto tutti.
Aventi diritto: lavoratori dipendenti che – entro il mese di aprile 2022 – hanno beneficiato per almeno una mensilità – tra gennaio 2022 e aprile 2022 – dell’esonero contributivo dello 0,80%.
– Se il lavoratore ha beneficiato dell’esonero dello 0,80%: avrà automaticamente diritto al bonus 200 euro.
– Se il lavoratore non ha beneficiato dell’esonero dello 0,80%: non avrà diritto al bonus 200 euro. Mese di erogazione: luglio 2022.
Modalità di erogazione: il bonus sarà erogato in busta paga – previa dichiarazione da parte del lavoratore.
Per averne diritto:
non è necessario presentare alcuna domanda
è richiesto al lavoratore di firmare una dichiarazione di non essere titolare di prestazioni pensionistiche o percettore di reddito di cittadinanza. In mancanza di dichiarazione firmata – anche in presenza dei requisiti – il bonus non potrà essere erogato.
Il Bonus 200 euro spetta ai lavoratori dipendenti una sola volta, anche nel caso in cui siano titolari di più rapporti di lavoro.

Post Correlati

fipe
FIPE Confcommercio: recensioni false “la Commissione UE conferma la responsabilità delle piattaforme
_Bottega_Ligure_2024 (003)
Bottega Ligure, in nuovo marchio di qualità per le imprese
libro
L’estate prende forma con Asfoter Confcommercio Savona
conciliazione
Risolvi le tue controversie di lavoro con la Commissione Paritetica Conciliazione!