“Bonus 200€” – Al via le domande a partire dal 26 settembre

“Bonus 200€” – Al via le domande a partire dal 26 settembre

 

Dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale di sabato 24 settembre del decreto attuativo che fissa la procedura e i requisiti per accedere alla misura, a partire dalle 12 di oggi i lavoratori autonomi iscritti all’Inps, tra cui rientrano anche gli agenti di commercio, e i professionisti associati alle Casse di previdenza private possono richiedere l’indennità da 200 euro.

Ricordiamo che la possibilità di richiedere il bonus è prevista per coloro che nel 2021 hanno dichiarato redditi inferiori ai 35.000 euro e che abbiano effettuato, entro la data di entrata in vigore del decreto (il 18 maggio scorso), almeno un versamento, totale e parziale, per la contribuzione dovuta, a decorrere dall’anno 2020.

Le domande saranno quindi aperte alle 12 di oggi, lunedì 26 settembre, e chiuderanno il prossimo 30 novembre.

Al Bonus di 200 euro si aggiunge inoltre il nuovo bonus da 150 euro previsto dal Dl Aiuti ter (Dl 144/2022, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 23 settembre e in vigore da sabato 24/09) che è tuttavia riservato a chi nel 2021 è rimasto sotto i 20mila euro di reddito complessivo.

Per questo bonus aggiuntivo non sono ancora pervenute le indicazioni operative relative ai criteri di erogazione da parte dell’INPS. In ogni caso coloro che hanno diritto al bonus 200€ e che nel periodo d’imposta 2021 hanno percepito un reddito complessivo non superiore ai 20.000 euro, dovrebbero ricevere direttamente 350€.

Quello di oggi non sarà un vero e proprio clic day considerato che lo stanziamento risulterebbe abbastanza capiente per soddisfare tutte le domande. Si potrà essere sicuri di ottenere l’indennizzo se si hanno i requisiti e si presenta correttamente la domanda nel periodo indicato.

Le domande vanno effettuate per via telematica secondo le disposizioni pubblicate dall’Inps accedendo all’area personale del sito dell’Inps, attraverso Pin, Spid o Cie (Carta d’identità elettronica) e seguendo le istruzioni fornite dal sito www.inps.it: “Prestazioni e servizi” > “Servizi” > “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”.

L’istanza dovrà essere accompagnata dalla seguente documentazione:

– la copia del documento di identità in corso di validità e del codice fiscale;

– le coordinate bancarie o postali per l’accreditamento del bonus.

L’Inps provvede a corrispondere l’indennità, nel rispetto dell’ordine cronologico delle domande presentate e accolte nonché sulla base del monitoraggio relativo all’utilizzo delle risorse stanziate.

Sarà nostra premura tenervi informati su ogni novità al riguardo.

 

Per qualsiasi necessità di informazione gli uffici Fnaarc sono naturalmente a disposizione.

Post Correlati

start up
Come aprire una start up, la guida per aspiranti imprenditori
musica
Termine di pagamento musica d’ambiente diritti connessi per i Pubblici Esercizi stagionali
bottega)
Il Commercio non va in vacanza: nasce il marchio Bottega Ligure
fipe
FIPE Confcommercio: recensioni false “la Commissione UE conferma la responsabilità delle piattaforme