Branding per Piccole Imprese

Branding per Piccole Imprese

PICCOLE IMPRESE CRESCONO…

Nell’ambito della collana editoriale di Confcommercio Le Bussole, arriva la guida “Branding per le piccole imprese”. Imprenditori e professionisti potranno disegnare la loro strategia di marc

Marketing e branding: due parole che per un singolo imprenditore con piccolo esercizio commerciale sembrano appartenere ad un universo diverso. Si pensa che siano cose destinate solo alle grandi aziende. Per questo motivo Confcommercio ha pensato, nell’ambito della collana editoriale di Confcommercio “Le Bussole”, una guida, a cura di Roberta Parollo e del responsabile settore Marketing, Innovazione e Internazionalizzazione di Confcommercio Fabio Fulvio, “Branding per le piccole imprese” (link pdf al libro scaricabile dai soci di Confcommercio), dedicata a imprenditori e professionisti che affrontano la sfida di creare una identità forte, distintiva, riconoscibile ed amata dai clienti, e li accompagna nell’uso di strumenti e metodologie di marketing fino a poco tempo fa utilizzabili solo dalle aziende più grandi.
Com’è articolata la guida
La guida, presentata durante un evento organizzato dalla 24Ore Business School, si articola in 6 capitoli e, caratteristica comune a tutte le Bussole di Confcommercio, presenta suggerimenti pratici ed utilizza un linguaggio semplice. Il capitolo 1 del volume introduce la disciplina del branding e i suoi elementi costitutivi. Il 2 accompagna l’imprenditore e il professionista nel definire la strategia di branding ed intercettare le aspettative di marca delle diverse generazioni di consumatori. Il 3 accompagna la scelta di diversi strumenti per comunicare la marca: nome, logo ed elementi visuali e analizza casi reali di applicazione. Il capitolo 4 delinea le competenze essenziali di un processo di comunicazione e fornisce consigli su come gestire al meglio i possibili rapporti con agenzie creative e fornitori di strumenti di comunicazione. Il capitolo 5 affronta il tema dello storytelling di marca nei diversi momenti di contatto tra cliente e negozio prima, durante e dopo la vendita: sito web, vetrine e visual merchandising, interazione col personale, messaggi post vendita. Il capitolo 6, infine, accompagna l’imprenditore e il professionista nel fare proprie alcune competenze e attitudini utili a gestire al meglio il proprio brand e, quindi, la propria impresa.

Post Correlati

Img-Newsletter-110-1000x750-1-800x600
La Generazione Z. I valori di una giovane generazione alla ricerca dell’onestà
start up
Come aprire una start up, la guida per aspiranti imprenditori
musica
Termine di pagamento musica d’ambiente diritti connessi per i Pubblici Esercizi stagionali
bottega)
Il Commercio non va in vacanza: nasce il marchio Bottega Ligure