Convenzione Confcommercio e IP

Convenzione Confcommercio e IP

Grazie alla convenzione con Confcommercio, IP mette a disposizione degli associati le seguenti carte carburante: IP Plus (riservata alle imprese iscritte alla CCIAA da più di 12 mesi e IP Plus Fast (riservata alle imprese non iscritte alla CCIAA).
Carta IP Plus
Strumento di pagamento, comodo per: acquistare carburanti, lubrificanti ed Ad Blue; pagare pedaggi, parcheggi Telepass e lavaggi presso i Car Wash abilitati; accedere ai servizi disponibili nelle c.a. 4800 stazioni IP presenti sul territorio nazionale.
Le forniture saranno fatturate al prezzo liberamente praticato ed esposto dal Gestore sulla colonnina utilizzata al momento del rifornimento presso il punto vendita.
Carta IP Plus Fast
Prevede:
Nessun costo di emissione carta (zero costi per la pratica istruttoria);
Plafond di 150 €/quindicinale (con affidamento interno);
Modalità di pagamento tramite RID Bancario;
Fatturazione settimanale;
Abilitata a tutti i carburanti e Ad Blue
In aggiunta, su tutta la rete IP (esclusi IP Matic), verrà riconosciuto, dal prezzo alla pompa presso cui è stato fatto rifornimento, uno sconto aggiuntivo per ogni litro di carburante pagato con la carta IP Plus Fast.
Buoni elettronici con PIN
Ovvero delle carte prepagate non nominative a consumo scalare, disponibili nei tagli 10€, 30€, 50€, 100€, 250€ e 500€ si può acquistare OPTIMO, il carburante premium di IP che contribuisce a ridurre i consumi e le emissioni, migliora le prestazioni del motore senza toccare il prezzo!
OPTIMO è disponibile presso la nostra rete di Punti Vendita in modalità self e servito.
Per conoscere sconti ed informazioni visita https://associati.confcommercio.it/

Post Correlati

start up
Come aprire una start up, la guida per aspiranti imprenditori
musica
Termine di pagamento musica d’ambiente diritti connessi per i Pubblici Esercizi stagionali
bottega)
Il Commercio non va in vacanza: nasce il marchio Bottega Ligure
fipe
FIPE Confcommercio: recensioni false “la Commissione UE conferma la responsabilità delle piattaforme