Da lunedì 4 maggio gli agenti di commercio potranno tornare al lavoro.

Da lunedì 4 maggio gli agenti di commercio potranno tornare al lavoro.

 

Il nuovo DPCM del 26 aprile ricomprende all’allegato 3 la categoria degli agenti di commercio tra quelle che potranno tornare a svolgere la propria attività a partire dal 4 maggio.

Gli agenti di commercio infatti, con il codice 46 contenente la sottocategoria 46.1 che identifica appunto gli intermediari del commercio, rientrano nell’elenco dei codici Ateco per i quali è consentito lo svolgimento dell’attività come risulta nell’allegato 3 dello stesso decreto.
Si fa presente che l’elenco dei codici Ateco riferiti alle attività consentite (art. 2 comma 1 del decreto) può tuttavia essere modificato con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, sentito il Ministero dell’Economia e Finanze.
A partire dal 4 maggio peraltro sarà consentito spostarsi anche in una regione diversa da quella in cui si risiede ma si conferma la necessità di motivare lo spostamento con comprovate esigenze lavorative che, in caso di controllo da parte di pubblici ufficiali, potrà avvenire attraverso la compilazione di apposita autodichiarazione.

In caso di controllo si suggerisce di avere sempre a disposizione:

– Copia del modulo di autodichiarazione (attendiamo nuovo fac-simile).
– Una visura camerale, quale documento che certifica l’attività di agente e da cui si desume il   proprio codice ateco (Codice 46, sottocategoria 46.1).
– Copia del contratto di agenzia o, in alternativa, se possibile, una dichiarazione della casa mandante da cui si evinca il rapporto di agenzia e la zona di competenza.
– Come ulteriore accorgimento, una agenda, anche elettronica, che comprovi gli appuntamenti.

Inoltre si consiglia di prestare la massima attenzione alle ordinanze locali che potrebbero introdurre in merito agli spostamenti misure più restrittive rispetto a quelle nazionali.

Per la tutela della salute di tutti, si consiglia di rispettare le disposizioni anti contagio (mascherine, guanti, gel igienizzante e distanza di sicurezza) e di verificare che anche nei luoghi che visitate vengano adottate queste disposizioni.

Per ulteriori approfondimenti, telefonare alla segreteria provinciale Fnaarc Confcommercio Savona al numero di telefono 0198331338 o alla mail organizzazione@confcommerciosavona.it

Post Correlati

Img-Newsletter-110-1000x750-1-800x600
La Generazione Z. I valori di una giovane generazione alla ricerca dell’onestà
start up
Come aprire una start up, la guida per aspiranti imprenditori
musica
Termine di pagamento musica d’ambiente diritti connessi per i Pubblici Esercizi stagionali
bottega)
Il Commercio non va in vacanza: nasce il marchio Bottega Ligure