Primi passi, aprire un e-commerce: la tua guida completa

Primi passi, aprire un e-commerce: la tua guida completa

Cos’è un e-commerce?

Un e-commerce, contrazione di “electronic commerce”, è un negozio virtuale o un’attività in rete che permette la vendita di prodotti o servizi.

Come aprire un e-commerce: i passi da seguire

Aprire un e-commerce richiede alcuni adempimenti burocratici e la scelta della modalità più adatta alle proprie esigenze. Ecco i passaggi fondamentali:

1. Aspetti legali e burocratici:

  • Partita IVA: Aprire una Partita IVA, compilando il modello AA9/11 per le persone fisiche o AA7/10 per società ed enti.
  • Iscrizione alla Camera di Commercio: Iscriversi alla Camera di Commercio di riferimento.
  • Comunicazione all’Agenzia delle Entrate: Comunicare all’Agenzia delle Entrate l’indirizzo web del sito, l’internet service provider, l’indirizzo email e PEC (Posta elettronica certificata) e l’eventuale numero di telefono e fax.
  • Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA): Presentare la SCIA entro 30 giorni dall’inizio dell’attività, in via telematica, allo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del Comune del territorio in cui viene svolta l’attività.
  • Iscrizione al VIES: Per le operazioni intracomunitarie, iscriversi all’archivio VIES (“VAT information exchange system”).
  • Gestione Separata INPS: Iscriversi alla gestione separata artigiani e commercianti dell’Inps e versare i contributi dovuti.
  • Posizione INAIL: Aprire una posizione assicurativa presso l’Inail.
  • Conformità sito web: Verificare che il sito rispetti gli obblighi informativi che regolano il rapporto con il consumatore (Condizioni generali di vendita, Codice del consumo, GDPR, Privacy Policy, Cookie Policy).

2. Scegliere la modalità di vendita:

  • Piattaforme e-commerce: Utilizzare una piattaforma che permette di aprire un negozio online con pochi click (a pagamento o gratuite).
  • Dominio e spazio web: Acquistare un dominio o uno spazio web dove installare un CMS (Content Management System).
  • Store già esistenti: Vendere su store già esistenti.

3. Definire il tipo di e-commerce:

  • E-commerce diretto: Acquisto online di beni o servizi digitali (ad esempio download di video, corsi, guide digitali ecc.).
  • E-commerce indiretto: Acquisto online con scambio offline (consegna/spedizione del prodotto o servizio fisico).

4. Sviluppare una strategia di marketing:

  • Identificare il mercato di riferimento: Definire il target di clienti a cui rivolgersi.
  • Creare un business plan: Definire il modello di business (B2B, B2C, C2C o C2B), i prodotti da vendere, le modalità di produzione, approvvigionamento e vendita.

Risorse utili:

Post Correlati

start up
Come aprire una start up, la guida per aspiranti imprenditori
musica
Termine di pagamento musica d’ambiente diritti connessi per i Pubblici Esercizi stagionali
bottega)
Il Commercio non va in vacanza: nasce il marchio Bottega Ligure
fipe
FIPE Confcommercio: recensioni false “la Commissione UE conferma la responsabilità delle piattaforme