Saldi, la guida completa

Saldi, la guida completa

Come funzionano i saldi

I saldi sono vendite di fine stagione riguardanti prodotti suscettibili di notevole deprezzamento se non venduti entro un certo periodo di tempo, come stabilito dall’art. 15 del D. Lgs. 114/98 (Decreto Bersani).

Tipi di vendite straordinarie

  1. Saldi (vendite di fine stagione): Riguardano la merce rimasta alla fine delle stagioni autunno/inverno e primavera/estate.
  2. Vendite di liquidazione: Possono avvenire in qualsiasi momento dell’anno per motivi come cessione dell’azienda, cessazione dell’attività, rinnovo dei locali o trasferimento dell’azienda. Queste devono essere comunicate al Comune.
  3. Vendite promozionali: Non vincolate a periodi specifici dell’anno e applicate a determinati articoli per un periodo limitato. Le regioni regolano queste vendite per distinguerle dai saldi, spesso vietandole nei periodi immediatamente precedenti ai saldi di fine stagione.

Obblighi per gli esercenti

Durante i saldi, è obbligatorio esporre chiaramente il prezzo originale, quello scontato e la percentuale di sconto. Non è obbligatorio il cambio della merce dopo l’acquisto, salvo in caso di vizi occulti. I pagamenti con carta devono essere accettati.

Sanzioni

Le violazioni delle normative sui saldi, come l’assenza del cartellino del prezzo, saldi fuori periodo, mancata separazione dei prodotti in saldo da quelli a prezzo pieno, e pubblicità ingannevole, sono punite con sanzioni che variano da 516 a 3.098 euro, a seconda delle regioni.

Periodo dei saldi

  • Saldi estivi: Iniziano il primo sabato di luglio.
  • Saldi invernali: Iniziano il primo giorno feriale antecedente l’Epifania.

La durata dei saldi varia da regione a regione, generalmente circa 60 giorni.

Regolamentazione regionale

Le normative specifiche per le vendite straordinarie e promozionali variano a seconda delle leggi regionali, che stabiliscono modalità, periodo e durata delle vendite di liquidazione e dei saldi, nonché l’adeguata pubblicità per informare i consumatori.

Regione Liguria

  • Legge Regionale n. 1 del 2007: disciplina le attività commerciali, competenze e Piano Commerciale Comunale.
  • Modifiche:
    • Legge Regionale n. 17 del 2020: nuove norme su orari negozi, vendita alcolici, commercio ambulante, tutela consumatori.
    • DGR n. 942 del 2020: regolamenta l’applicazione della Legge Regionale n. 17 del 2020.
  • Norme vigenti: Legge Regionale n. 1 del 2007 con modifiche e integrazioni, DGR n. 942 del 2020.

Approfondimenti: https://www.confcommercio.it/-/saldi

Post Correlati

Img-Newsletter-110-1000x750-1-800x600
La Generazione Z. I valori di una giovane generazione alla ricerca dell’onestà
start up
Come aprire una start up, la guida per aspiranti imprenditori
musica
Termine di pagamento musica d’ambiente diritti connessi per i Pubblici Esercizi stagionali
bottega)
Il Commercio non va in vacanza: nasce il marchio Bottega Ligure