DECRETO LIQUIDITÀ – FONDO DI GARANZIA PMI – MODULO PER RICHIEDERE LA GARANZIA FINO A 25 MILA EURO

DECRETO LIQUIDITÀ – FONDO DI GARANZIA PMI – MODULO PER RICHIEDERE LA GARANZIA FINO A 25 MILA EURO

Con riferimento al decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23 (Decreto liquidità), il Ministero dello Sviluppo economico ha reso disponibile, sul proprio sito internet, il modulo per la richiesta della garanzia del Fondo PMI su finanziamenti fino a 25.000 euro, ai sensi della lettera m), comma 1 dell’art. 13.
Tale modulo, allegato, dovrà essere compilato a cura del beneficiario e inviato, tenendo conto di quanto previsto dall’art. 4 del d.l. 23/2020, a mezzo mail (anche non certificata) alla banca o al confidi di riferimento. Il modulo andrà accompagnato da copia di un documento di riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore.
La garanzia, di cui potranno beneficiare le piccole e medie imprese e le persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni, si applica a prestiti fino a 25.000 euro e, comunque, entro il 25% dei ricavi del beneficiario.
Nel modulo andranno quindi riportati i dati relativi ai ricavi dell’ultimo esercizio contabile, come da ultimo bilancio depositato o da ultima dichiarazione fiscale presentata. Per i soggetti costituiti dopo il 1° gennaio 2019, invece, per attestare i ricavi occorrerà produrre un’autocertificazione oppure altra documentazione idonea allo scopo.
Bisognerà anche compilare la voce relativa al codice Ateco dell’attività economica interessata dal finanziamento e quella in cui si attesta che si sono subiti danni economici legati all’emergenza Covid-19. Vanno poi indicate le finalità del finanziamento.
Il soggetto beneficiario dovrà inoltre esprimere l’assenso a controlli ed ispezioni presso le proprie sedi che il gestore del Fondo di garanzia PMI dovesse ritenere necessari.
Gli stessi soggetti – si legge sul sito del MISE – stanno allo stesso tempo lavorando per accelerare le istruttorie bancarie con l’obiettivo di ridurre a pochissimi giorni il tempo di attesa tra la richiesta di finanziamento e l’accredito delle somme richieste sul proprio conto corrente.
Per informazioni e assistenza potete contattare gli uffici di Fidicomtur scrivendo a: fidicomtur@confcommerciosavona.it

Post Correlati

start up
Come aprire una start up, la guida per aspiranti imprenditori
musica
Termine di pagamento musica d’ambiente diritti connessi per i Pubblici Esercizi stagionali
bottega)
Il Commercio non va in vacanza: nasce il marchio Bottega Ligure
fipe
FIPE Confcommercio: recensioni false “la Commissione UE conferma la responsabilità delle piattaforme